Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
mercoledì, 25 novembre 2020 (361) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Cinofilia… che passione!
» Esposizione Cinofila Lomellina, XX edizione
» Trekking a 6 zampe in Oltrepò
» Omaggio a sua "Felinità"
» I gatti più belli del mondo
» Giornata di Birdgardening
» Una giornata da bassotti...
» Gufi in aula e nel bosco
» Fatti adottare da un gatto
» Zampettando in collina
» Festival Pet's: lasciatevi adottare!
» 19^ Esposizione Cinofila Lomellina
» La Vernavola a 6 zampe
» Guinazaglio rosa... e non solo!
» Vivere con gli animali
» Cassette-Nido fai da te
» Ristorante per uccellini
» 3^ Mostra felina internazionale a Vigevano
» Buone maniere a quattro zampe
» Esposizione Cinofila Lomellina

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Il Carnevale degli Animali... al Museo!
» Il Sentiero dei Piccoli - Open Day
» Biodiversità degli animali
» Riabitare l'Italia & Appennino atto d'amore
» Festa dell'Albero 2019
» Lotte biologica, l'importanza dell'impollinazione da parte delle api
» Come moltiplicare le piante in casa: tecniche e consigli
» Corso sulla biodiversità urbana
» Passeggiata naturalistica
» Corso base di acquarello naturalistico
» La Margherita di Adele
» Pavia per gli animali
» Mostra mercato “Antiche varietà agricole locali e piante spontanee mangerecce”
» BiodiverCittà - passeggiata al Parco della Sora
» Biodivercittà - passeggiata al Parco della Vernavola
 
Pagina inziale » Ambiente » Articolo n. 7608 del 24 marzo 2009 (2615) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
La LAV difende i cuccioli da tratta e randagismo
Il manifesto della campagna
In questo fine settimana la LAV (Lega Anti Vivisezione) sarà presente in circa 300 piazze d’Italia con la campagna per fermare la tratta dei cuccioli, che coinvolge migliaia di quattro zampe all’anno e muove un losco giro d’affari stimato in circa 300 milioni di euro, con la complicità di alcuni allevatori, trasportatori, commercianti di animali e purtroppo anche di alcuni medici veterinari senza scrupoli.
 
La tratta dei cuccioli e, più in generale, la compravendita di animali rischia di essere un pericolosissimo bacino che va ad alimentare la piaga delle cucciolate fuori controllo, dell’abbandono di animali e del randagismo - dichiara Ilaria Innocenti del settore Cani e Gatti della LAV - un fenomeno, quest’ultimo, che secondo stime della LAV interessa circa un milione di cani ed è dilagante in particolare in alcune zone del centro-sud Italia, come testimoniano le gravissime aggressioni perfino mortali accadute nel Ragusano pochi giorni fa, e che necessita della massima prevenzione possibile”.

All’insegna della prevenzione e della cultura del rispetto di tutti gli esseri viventi, la LAV scende in piazza per chiedere (attraverso una petizione popolare che i cittadini potranno firmare presso i tavoli LAV e sul sito dell’associazione):
  • una moratoria delle vendite di cani e gatti e sulle importazioni, in maniera da chiudere i “rubinetti” dell’abbandono delle cucciolate;
  • subito una legge per l’introduzione del reato di traffico di animali da compagnia, al fine di perseguire chi, in maniera organizzata, clandestina e priva di documentazione, introduce e commercia cuccioli nel nostro Paese;
  • subito un decreto legge in materia di tutela dell’incolumità pubblica dall’aggressione dei cani;
  • ordinanze comunali e regionali, e un Decreto Legge del Governo, che impongano la sterilizzazione obbligatoria dei cani sul territorio nazionale;
  • campagne di sensibilizzazione per incentivare le adozioni dai canili, peraltro gratuite.
Secondo i dati raccolti dalla LAV, nei soli ultimi cinque mesi la tratta dei cuccioli avrebbe portato alla denuncia di almeno 20 persone, in prevalenza allevatori e commercianti, al sequestro di centinaia di microchip-trasponditori e di libretti sanitari precompilati in bianco, di farmaci e dispositivi medici. Tra i reati contestati o ipotizzati: falsificazione di documentazione, frode in commercio, truffa, maltrattamento di animali, falsità ideologica, esercizio abusivo della professione di medico veterinario.

I cuccioli provengono in particolare da Ungheria, Slovacchia, Polonia, Romania, Repubblica Ceca, precocemente strappati alle cure delle loro madri costrette a continue gravidanze, sottoposti a infernali viaggi e imbottiti di farmaci per farli sembrare sani all’acquirente. La loro mortalità nella fase che va dal trasporto ai primi mesi dopo l’arrivo in Italia raggiunge il 50%.
 
La carenza di controlli sanitari e la violazione della normativa in materia di vaccinazione (es. vaccinazione antirabbica) comportano elevati rischi sanitari per l’Italia. Il valore di mercato di un cucciolo importato dall’Est (soprattutto Carlini, Jack Russell, West Highland, ecc.) e spacciato per italiano falsificando i documenti può aumentare fino a 20 volte.

A contrasto di queste illegalità, la LAV è impegnata in attività di sensibilizzazione delle autorità dei Paesi dell’Est più interessati, affinché intensifichino i controlli.
Presso i tavoli della Onlus, i cittadini potranno portare a casa il tradizionale uovo di Pasqua della LAV (in cioccolato fondente del commercio equo e solidale) in cambio di una piccola donazione a sostegno di questa campagna.

 

 
 Informazioni 
Dove: Piazza del Tribunale - Pavia e Piazza Ducale - Vigevano
Quando: sabato 28 marzo 2009, ore 15.00-19.00 (Pavia), ore 15.00-18.00 (Vigevano)
Per informazioni: consultare il sito della LAV

 
 
Pavia, 24/03/2009 (7608)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool