Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
venerdì, 25 settembre 2020 (1705) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Squali, predatori perfetti"
» Pretesti per una mostra. Sergio Ruzzier a Pavia
» Lady Be Mosaici Contemporanei
» Oltre lo sguardo
» Looking for Monna Lisa
» Attraverso i nostri occhi
» Un patrimonio ritrovato
» Spazio sospeso
» Hokusai, Hiroshige, Utamaro. Capolavori dell'arte giapponese
» EXIT hotel fantasma in provincia di Pavia
» Colore e tempo
» Il paesaggio geometrico italiano di origine Romana
» Per un capriccio. 12 opere per Paolo Della Grazia
» "I colori della speranza"
» Sopra il vestito l'arte:dialogo d'artista
» Prima che le foglie cadano
» La bellezza della scienza
» Mostra "Natura ed artificio in biblioteca"
» Schiavocampo - Soddu
» De Chirico, De Pisis, Carrà. La vita nascosta delle cose

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Vacchi e Bossini agli Incontri Musicali del Collegio Borromeo
» Carnevale al Museo della Storia
» Leonardo e Vitruvio. Oltre il cerchio e il quadrato
» Vittorio Sgarbi e Leonardo
» Narrare l'Antico: Sole Rosso di Grazia Maria Francese
» Squali, predatori perfetti"
» Visual Storytelling. Quando il racconto si fa immagine
» I linguaggi della storia: Il formaggio e i vermi
» Giornata della memoria. Il cielo cade
» Pretesti per una mostra. Sergio Ruzzier a Pavia
» La Storia organaria di Pavia
» Postazione 23
» Libri al Fraccaro
» Il "Duchetto" di Pavia
» La cospirazione dei tarli
 
Pagina inziale » Cultura » Articolo n. 7726 del 27 aprile 2009 (3852) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Acquatica. L'immagine liquida
Particolare della locandina della mostra
In occasione del Festival delPaesaggio L’anima dei Luoghi. Tra acque e terra, il Settore Cultura del Comune di Pavia ha organizzato, presso lo Spazio per le Arti contemporanee del Broletto, la mostra fotografica Acquatica. L’immagine liquida, invitando i numerosi fotografi del territorio a presentare i loro progetti e a confrontarsi su una tematica affascinante e complessa per le sue molteplici sfaccettature.
 
L’acqua come fonte di vita, l’acqua oggetto del desiderio, l’acqua come bisogno primario, l’acqua intesa nella fluidità della forma, nei mille riflessi, nel trascorrere delle stagioni. L’acqua come metafora dell’essenza della fotografia, immagine liquida, mutevole a seconda del momento e dello sguardo, pronta a dispiegarsi sulle superfici più diverse.
 
L’esposizione presenta circa 100 immagini, articolate in quattro aree tematiche:
- Diva Aqua: mitologia, simbologia e spiritualità dell’acqua,
- La forma dell’acqua: astrazione, riflessi e colore come caratteri espressivi della proprietà dell’acqua di cambiare forma e aspetto a seconda del contenitore e delle diverse situazioni di luce,
- Waterworld: fotografie del mondo/fotografie dal mondo,
- Le stagioni dell’acqua: primavera, estate, autunno, inverno, le stagioni dell’acqua sono testimonianza anche dei diversi passaggi di stato che l’elemento subisce.
 
I trenta artisti che hanno aderito al progetto e sono stati selezionati per la mostra sono: Chiaretta Albertini, Marta Bacigalupo, Beatrice Barnabà, Stefano Basiricò, Claudia Bertoli, Luca Bovera, Guido Camera, Paolo Coianiz, Sara Cortesi, Marco Destro, Gabriele Duci, Andrea Favatella, Davide Ferro, Federico Filipponi, Alessandra Fuccillo, Massimilano Gatti e Paolo Monti, Giulio Merli, Simone Merli, Paola Negro, Sergio Pallaroni, Mauro Possi, Paolo Protti, Padre Costantino Ruggeri, Pierino Sacchi, Rossana Schiavo, Franco Torriani, Roberta Valle, Vittorio Valle, Simona Venditti, Lucia Zaietta. Tra loro, fotografi per passione e fotografi di professione, alcuni con maggiore esperienza, altri ai primi appuntamenti espositivi, ma tutti accomunati da una speciale attitudine ad interpretare la bellezza celata nelle piccole cose.
 
Il percorso di mostra si conclude e si completa con l’esposizione di Le tante acque del fiume azzurro. Le forme del paesaggio d’acqua, progetto fotografico a cura dell’Associazione del Parco del Ticino.
 
In occasione dell’inaugurazione, fissata per mercoledì 29 (ore 18.00), è prevista una videoproiezione di immagini di Pierino Sacchi accompagnata da un intervento musicale a cura di Roberto Aglieri, in collaborazione con l’Istituto Superiore di Studi Musicali “F. Vittadini” e CESMEE.
 
 Informazioni 
Dove: Spazio per le Arti Contemporanee del Broletto, Piazza della Vittoria - Pavia
Quando: dal 30 aprile al 10 maggio 2009, da lunedì a venerdì: 16.30-19.30; sabato e domenica: 10.00-12.30 / 16.30-19.30.
Ingresso: libero
Per informazioni:
Tel. 0382/33853 (Francesca Porreca), e-mail: fporreca@comune.pv.it
 
 
Pavia, 27/04/2009 (7726)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool