Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
domenica, 5 luglio 2020 (919) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Musicisti Teatranti
» The Watermill Sessions
» Tornano i Tambognola Sconnection
» Anteprima Lowlands Beyond
» Midnight in Paris - Mezzanotte a Parigi in anteprima nazionale a Pavia!
» Lowlands - Gipsy Child
» Anteprima Mandolin Brothers
» Durkovic presenta il nuovo album
» Aminta in anteprima a Pavia
» Spazio Blues
» In stampa il nuovo Cd dei Back
» Lennon Memorial Concert 2005
» Felicità raggiunta
» John Lennon acustico
» Ad agosto al cinema
» The Passion in Italy
» Prima ti sposo, poi...
» 03
» Cinema d'agosto
» Matrix Reloaded

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Francesca Dego in concerto
» Al Borromeo l'omaggio a Beethoven
» Christian Meyer Show
» Concerto di Natale - Merry Christmas in Jazz & Gospel
» Festival di Natale - ¡Cantemos!
» Festival di Natale - El Jubilate
» Festival di Natale - Hor piango, hor canto
» Concerto di Natale
» Festival di Natale - O prima alba del mondo
» Up-to-Penice omaggia De Andrè
» Duo violino e violoncello
» Cori per il Togo
» Open-day al Vittadini. Laboratori musicali per l'infanzia
» Stayin' alive LVGP sings 70s
» Omaggio a Offenbach e Lirica del cuore
 
Pagina inziale » Musica » Articolo n. 8020 del 30 luglio 2009 (2989) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Il Nuovo EP dei Lowlands
Il Nuovo EP dei Lowlands
Ho ricevuto in anteprima assoluta una copia “demo” del nuovo EP dei Lowlands, la formazione pavese che, lo scorso anno, con l’uscita del loro primo album, The Last Call, avevano ricevuto recensioni entusiastiche non solo in Italia ma anche all’estero, persino in territori come il Regno Unito e gli States, notoriamente difficili da conquistare per i musicisti italiani.
Forse, in parte, è dovuto anche al fatto che l’autore dei brani, vocalist e frontman del gruppo, Edward Abbiati, è bilingue ed ha vissuto a lungo all’estero (Australia, Inghilterra ecc.) e scrive i propri testi in inglese. Insieme ad Ed (vove e chitarra) ci sono Simone Fratti (basso), Francesco “Lebowski” Verrastro (chitarre), Chiara Giacobbe (violino), Phil Ariens (batteria), Roberto Diana (chitarra), Stefano Speroni (chitarra) e Ste Brandinali (tastiere).
 
Il disco sembra americano, un roots rock crepuscolare, con ballate da highways desertiche e momenti elettrici westcoastiani, con accenni di folk rock e reminiscenze di pub irlandesi e ospiti stranieri, musicisti-amici di cui Ed ha organizzato spesso i tour europei, tra cui Chris Cacavas, e Nick Barker.
Fatto sta che i Lowlands hanno sfondato, al punto da essere stati contattati dalla Gibson (la nota e prestigiosa fabbrica di chitarre) per essere usati come “endorser” dei suoi strumenti acustici e inseriti nel sito della fabbrica.
 
In attesa del nuovo album (in lavorazione) pubblicano questo EP Vol.1 (sottintende che, nelle intenzioni, sarà seguito da altri?).
Solo cinque brani (Leveeman, Lowlands, My Prison Walls, Walking Down the Street e Lullaby) ma di una bellezza folgorante, specialmente il secondo e il terzo.
Le atmosfere sono allo stesso tempo ariose e intime, minimaliste e narrative e anche quando il ritmo prende il sopravvento, la poesia non cala di intensità.
 
Ottimo lavoro che fa ben sperare nell’attesa dell’album.
 
 
 Informazioni 
 

Furio Sollazzi

Pavia, 30/07/2009 (8020)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool