Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
lunedì, 21 settembre 2020 (897) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Squali, predatori perfetti"
» Pretesti per una mostra. Sergio Ruzzier a Pavia
» Lady Be Mosaici Contemporanei
» Oltre lo sguardo
» Looking for Monna Lisa
» Attraverso i nostri occhi
» Un patrimonio ritrovato
» Spazio sospeso
» Hokusai, Hiroshige, Utamaro. Capolavori dell'arte giapponese
» EXIT hotel fantasma in provincia di Pavia
» Colore e tempo
» Il paesaggio geometrico italiano di origine Romana
» Per un capriccio. 12 opere per Paolo Della Grazia
» "I colori della speranza"
» Sopra il vestito l'arte:dialogo d'artista
» Prima che le foglie cadano
» La bellezza della scienza
» Mostra "Natura ed artificio in biblioteca"
» Schiavocampo - Soddu
» De Chirico, De Pisis, Carrà. La vita nascosta delle cose

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Vacchi e Bossini agli Incontri Musicali del Collegio Borromeo
» Carnevale al Museo della Storia
» Leonardo e Vitruvio. Oltre il cerchio e il quadrato
» Vittorio Sgarbi e Leonardo
» Narrare l'Antico: Sole Rosso di Grazia Maria Francese
» Squali, predatori perfetti"
» Visual Storytelling. Quando il racconto si fa immagine
» I linguaggi della storia: Il formaggio e i vermi
» Giornata della memoria. Il cielo cade
» Pretesti per una mostra. Sergio Ruzzier a Pavia
» La Storia organaria di Pavia
» Postazione 23
» Il "Duchetto" di Pavia
» Libri al Fraccaro
» La cospirazione dei tarli
 
Pagina inziale » Cultura » Articolo n. 8021 del 30 luglio 2009 (1843) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Come Eravamo, anno secondo
Come Eravamo, anno secondo
Un mondo di immagini dove cronaca, divertimento, sagra, personaggi, avvenimenti politici e sociali s’intrecciano in un grandioso affresco della Valle Staffora nella seconda metà del ‘900.
 
In breve questo è il contenuto della mostra fotografica che l’associazione culturale Varzi Viva propone, per il secondo anno consecutivo, nell’ambito di “Tra Cultura e Natura”, rassegna estiva che racchiude una serie di appuntamenti che, con originalità spaziano, appunto, tra cultura, tradizione locale, arte e bellezze naturalistiche del territorio per accontentare i gusti e le esigenze di ognuno.
 
Al centro di “Come Eravamo” – questo il titolo dell’esposizione – ci sono le persone: i varzesi, immortalati in centinaia di fotografie che, come opere d’arte, sono destinate a restare nella memoria, a far scoprire, e anche rivivere, all’osservatore lo spirito di quel tempo.
 
L’evoluzione della nostra storia viene raccontata dallo stile coinvolgente e piacevole di Carlo Fagnola, fotografo prevalentemente ritrattista che esercita la propria attività dal 1929 al marzo 2001, scattando fototessere, servizi per battesimi, matrimoni, comunioni e cresime, nonché scene di vita quotidiana.
Nel suo archivio, costituito da più di 50.000 negativi acquisiti dalla stessa Varzi Viva, si ritrovano anche dei paesaggi e degli scorci di Varzi. Circa 5.000 di questi negativi sono stati convertiti nel formato digitale e le immagini, risalenti a un periodo compreso tra gli anni ‘40 e ‘80, sono state riordinate secondo un criterio cronologico.
 
«Questa mostra – commentano gli organizzatori – è un invito ai varzesi a guardarsi allo specchio, uno specchio particolare, dove le immagini sono doppiamente riflesse nella storia, cioè nella vita vissuta e nella grande magia dell'attimo sospeso: la fotografia».
 
 
 
 
 Informazioni 
Dove: c/o l'edificio medievale "il Casone", via di Dentro - Varzi
Quando: dal 3 al 9 agosto 2009
 

La Redazione

Pavia, 30/07/2009 (8021)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool