Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
domenica, 17 ottobre 2021 (155) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» L'altro Leonardo
» Oltrepò Pavese. L'Appennino Lombardo
» Napoleone anche a Pavia
» Marco Bianchi e "La cucina delle mie emozioni"
» Semplicemente Sacher
» Oltrepò infinitamente grande, infinitamente piccolo, infinitamente complesso
» Un nodo al fazzoletto
» Vigevano tra cronache e memorie
» Il Futuro dell’Immagine
» "Sorella Morte. La dignità del vivere e del morire”
» L' Eredità di Corrado Stajano
» Il pentagramma relazionale
» Ghislieri 450. Un laboratorio d’ Intelligenze
» Progettare gli spazi del sapere: il caso Ghislieri
» La Viola dei venti
» Solo noi. Storia sentimentale e partigiana della Juventus
» L'estate non perdona
» Il manoscritto di Dante
» Per una guida letteraria della provincia di Pavia
» A Londra con mia figlia

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Vacchi e Bossini agli Incontri Musicali del Collegio Borromeo
» Carnevale al Museo della Storia
» Leonardo e Vitruvio. Oltre il cerchio e il quadrato
» Vittorio Sgarbi e Leonardo
» Narrare l'Antico: Sole Rosso di Grazia Maria Francese
» Squali, predatori perfetti"
» Visual Storytelling. Quando il racconto si fa immagine
» I linguaggi della storia: Il formaggio e i vermi
» Giornata della memoria. Il cielo cade
» Pretesti per una mostra. Sergio Ruzzier a Pavia
» La Storia organaria di Pavia
» Postazione 23
» Il "Duchetto" di Pavia
» Libri al Fraccaro
» La cospirazione dei tarli
 
Pagina inziale » Cultura » Articolo n. 8130 del 5 ottobre 2009 (3127) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Con il vostro permesso 2
La copertina del libro
Siamo tornati e ancora una volta vogliamo raccontare, raccontarci, inventare, ricordare: in amicizia, condivisione, allegria, aperti a nuovi progetti
 
E’ con queste parole che debutta “Con il vostro permesso 2 – Nuovi pensieri in amicizia”, dedicato a Enzo, Luciano, Rita e Claudio (quattro “compagni di strada” che non ci sono più) tenacemente voluto, promosso e sostenuto - come per il quasi omonimo volume edito nel 2004  “Con il vostro permesso... pensieri in amicizia" - dal Comitato di Coordinamento Pavese per i problemi dell’handicap.
 
Suddiviso in tre capitoli – esprimere, raccontarsi, raccontare – il libro offre una piacevole lettura, con racconti e poesie dai contenuti diversi che sempre invitano alla riflessione, spesso commuovono e talvolta suscitano anche un improvviso sorriso.
E’ un libro semplice e delicato, che trasmette belle sensazioni e che una volta finito di leggere ti lascia con un piacevole senso di tranquillità e di speranza (almeno è quello che è successo a me).
 
La prima parte – Esprimere – raccoglie ben trenta poesie.
Personalmente sono convinta che con la poesia l’autore trasmetta veramente qualcosa di se stesso, molto più personale ed intimo rispetto a chi scrive un racconto. Il “poeta” è più vero in quanto – mi piace pensare – trae l’ispirazione da qualcosa che lo ha direttamente coinvolto, mentre nello scrivere racconti è più facile nascondersi e, forse, essere meno sinceri.
Ognuno di noi sulla base delle proprie esperienze, al carattere od al particolare momento che sta vivendo, è colpito da uno o più componimenti che bene esprimono il suo stato d’animo. Non mi sento quindi di dare un giudizio che sarebbe molto personale, posso invece dire quelle che più mi hanno colpito: Preghiera della Speranza, Noi due, e soprattutto Che ne sarà di me.
 
La seconda  e la terza parte – Raccontarsi  e Raccontare – è una raccolta  di “esperienze di vita” dirette o indirette che comunicano chiaramente delle piccole e grandi verità: “A quella distanza di tempo mi vergognavo di essermi vergognata… ma era stato un passaggio inevitabile”(da Albe, p49) sul tema dei preconcetti; “ci rendiamo disponibili a raccontare la nostra esperienza di persone normali, rendendo la disabilità una diversità che arricchisce e che non dovrebbe emarginare, perché la persona ha valore in quanto tale e non per quello che può dare o fare” (da Ho studiato sul libro della vita, p59) su come è importante essere e non sembrare.
E ancora, che dare amore non richiede gesti eclatanti come per il papà del racconto Ninna Nanna che solo alla fine “… capì: quegli occhi non stavano chiedendo una musica, ma calore, dolcezza, amore” (p122). L’amore, la lealtà, la comprensione, e la fermezza sono, invece, le parole chiave sulle quali si dipana la trama della Fiaba cinese (p128).
 
Concludo rubando le parole a Catia Pietra del Comitato di Coordinamento Pavese per i problemi dell’handicap, che spiega come “Con il vostro permesso 2 – Nuovi pensieri in amicizia” sia un’antologia di poesie e racconti  “sull’amicizia, l’amore, la solidarietà, l’eguaglianza, le piccole cose del quotidiano, il rispetto e le pari opportunità,  temi che rappresentano per noi valori di riferimento importanti”
 
 Informazioni 
 
Con il vostro permesso 2 – Nuovi pensieri in amicizia
di Autori Vari
Guardamagna Editori di Varzi, 2009
 

Valeria Hotellier

Pavia, 05/10/2009 (8130)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2021 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool