Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
giovedì, 3 dicembre 2020 (664) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Dame e Cavalieri di oggi e di ieri
» 14^ Scarpadoro - via alle iscrizioni!
» BirrArt 2019
» Torre in Festa
» Festival dei Diritti 2019
» Ticino EcoMarathon
» Pavia per gli animali
» Mostra mercato “Antiche varietà agricole locali e piante spontanee mangerecce”
» “Barocco è il mondo” Sbarco Sulla Luna
» Non solo Cupola Arnaboldi – Pavia fa!
» Festa del Ticino 2019
» Scarpadoro di Capodanno
» Giornata del Laureato
» Africando
» Palio del Ticino
» BambInFestival 2019
» Festa del Roseto
» RisvegliAmo la Relazione: Io e l'Ambiente – II edizione
» Festa di Primavera: Mostra dei Pelargoni
» Next Vintage

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Il Carnevale degli Animali... al Museo!
» Il Sentiero dei Piccoli - Open Day
» Biodiversità degli animali
» Riabitare l'Italia & Appennino atto d'amore
» Festa dell'Albero 2019
» Lotte biologica, l'importanza dell'impollinazione da parte delle api
» Come moltiplicare le piante in casa: tecniche e consigli
» Corso sulla biodiversità urbana
» Passeggiata naturalistica
» Corso base di acquarello naturalistico
» La Margherita di Adele
» Pavia per gli animali
» Mostra mercato “Antiche varietà agricole locali e piante spontanee mangerecce”
» BiodiverCittà - passeggiata al Parco della Sora
» Biodivercittà - passeggiata al Parco della Vernavola
 
Pagina inziale » Ambiente » Articolo n. 8174 del 16 ottobre 2009 (2309) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Crisantemo e fiori tra gusto e sapori
Crisantemo e fiori tra gusto e sapori
Varzi è famosa per il salame, Cilavegna per l’asparago, Alagna per la zucca, Bagnaria per la ciliegia, Breme per la sua cipolla rossa, Voghera per il peperone… E via dicendo potremmo andare avanti ad elencare Comuni e rispettivi prodotti tipici per qualche pagina. C’è però un paese del nostro territorio la cui tipicità “locale” è originaria della Cina. È Verrua Po, che ha assunto ormai a simbolo il “suo” crisantemo.
 
Fu la signora Gemma Bonfoco che, nel 1968, di ritorno da un viaggio a Sanremo diede il via alla coltura di questo fiore: quasi per caso, trapiantò un esemplare della bella Composita portato a casa dalla Riviera… e la piantina, in quel di Verrua Po, trovo letteralmente “terreno fertile”, al punto che nel giro di pochi anni, coinvolgendo Camera di Commercio e Regione Lombardia per l’impianto di apposite serre, diventò la coltivazione caratteristica del territorio.
 
E per rendere omaggio al suo prodotto tipico Verrua promuove, da 41 anni a questa parte, la Mostra del Crisantemo e dei Fiori, storica mostra-mercato che raccoglie una ventina di floricoltori locali (oltre ai verruesi, partecipano produttori di Rea Po e Mezzanino) nello spazio fiera: un tripudio di forme e colori che ad ogni edizione presenta una nuova varietà di crisantemo, fa registrare la commercializzazione di circa 350mila fiori recisi ed attira migliaia di visitatori tra grossisti, fioristi e semplici curiosi da tutto il Nord Italia… e non solo.
 
Dovrebbero riconfermare la loro presenza – dopo la gradita visita del 2008 – anche il console della Cina e quello del Giappone! Questo perché, va forse ricordato una volta di più, è con l’arrivo in Italia che il crisantemo assume un significato negativo unicamente poiché, fiorendo nel periodo in cui ricorre la celebrazione dei defunti, viene abitualmente usato per adornarne le tombe, mentre in Oriente, il “fiore d’oro” rende onore alla traduzione letteraria del suo nome latino (Chrysantemum deriva, infatti, dal greco Chrysòs, “oro” e Ánthos “fiore”) ed è simbolo di vita e felicità: fiore nazionale per il Giappone, è impiegato per matrimoni e festeggiamenti in genere in Cina e in Corea.
 
All’esterno del padiglione della fiera, sarà allestito un altro mercatino con bancarelle di hobbisti e artigiani e uno “stand delle occasioni” (usato di qualità) gestito dall’attivissima Pro Loco di Verrua Po che, nell’area antistante, riservata ai generi alimentari, organizza anche la 2^ edizione della Strada del Gusto e dei Sapori.
Un appuntamento che, forte del successo riscosso nella prima edizione, torna a promuovere le produzioni enogastronomiche dell’Oltrepò Pavese e non – spiega la presidentessa Carla Remogna  –. Tra gli espositori di quest’anno, ospiteremo alcune particolarità, quali: la Confraternita della nocciola tonda gentile di Langa da Cortemilia (CN), un’azienda di Voghera che produce cioccolatini ripieni della locale mostarda e un agricoltore di Vercelli che porterà uva fragolina e altri ortaggi tutti rigorosamente coltivati in modo biologico.
 
L’obiettivo di questa manifestazione nella manifestazione è, infatti, quello di valorizzare e promuovere il turismo attraverso tipicità agricole, specialità gastronomiche e produzioni dell’economia ecocompatibile.
 
Ad animare la due-giorni di festa concorreranno esibizioni sportive e musicali, nonché un accurato servizio bar e ristoro.
 
 Informazioni 
Dove: area attrezzata di Verrua Po
Quando: 24 e 25 ottobre 2009, sabato: 11.00-22.00, domenica: 9.00 - 22.00
Ingresso: libero
 

Sara Pezzati

Pavia, 16/10/2009 (8174)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool