Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
sabato, 5 dicembre 2020 (715) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Solstizio d'inverno, il ritorno della luce
» C’è vita la fuori?
» Appuntamento con l’eclissi parziale di Luna
» L’autunno arriva sul “cavallo alato”
» Ammassi globulari e costellazioni
» Miti e costellazioni del cielo estivo
» I colori della luce: lo spettroscopio
» Incantati dalla Luna
» Tra le Erbe di San Giovanni
» Marte e... il Lupo
» Alla scoperta del Guardamonte
» Dalla nascita dell'universo alla scoperta di Marte
» La ricerca di una nuova terra: gli esopianeti
» Guarda che luna…
» Le pietre del cielo. L’uso delle meteoriti nella storia dell’uomo
» Poker d’… Astri
» Da Yuri Gagarin a Samantha Cristoforetti
» Camminando tra cielo e terra
» Archeologia e stelle all’equinozio di primavera
» News dallo spazio

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Il Carnevale degli Animali... al Museo!
» Il Sentiero dei Piccoli - Open Day
» Biodiversità degli animali
» Riabitare l'Italia & Appennino atto d'amore
» Festa dell'Albero 2019
» Lotte biologica, l'importanza dell'impollinazione da parte delle api
» Come moltiplicare le piante in casa: tecniche e consigli
» Corso sulla biodiversità urbana
» Passeggiata naturalistica
» Corso base di acquarello naturalistico
» La Margherita di Adele
» Pavia per gli animali
» Mostra mercato “Antiche varietà agricole locali e piante spontanee mangerecce”
» BiodiverCittà - passeggiata al Parco della Sora
» Biodivercittà - passeggiata al Parco della Vernavola
 
Pagina inziale » Ambiente » Articolo n. 825 del 3 febbraio 2003 (1892) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
La notte dei giganti
La notte dei giganti

L'Associazione Astrofili Tethys in collaborazione con l'UAI (Unione Astrofili Italiani), propone per sabato 8 febbraio una serata di osservazione dedicata ai corpi celesti di particolare grandezza e magnificenza - conosciuti ai più in quanto di facile ed immediata individuazione -, soprannominati i "giganti" del sistema solare: Giove, Saturno, la Luna e le costellazioni del cielo invernale.

Il gigante dei pianeti, Giove, ad esempio, è nelle migliori condizioni osservative in quanto si trova dagli inizi di febbraio in opposizione, vale a dire esattamente nella parte opposta al Sole considerando una linea immaginaria che unisca i tre corpi Giove, Terra e Sole, ed alla massima declinazione positiva, ovvero all'altezza massima rispetto la linea immaginaria formata dal percorso apparente del Sole intorno alla Terra. Questo significa che Giove sarà visibile per un lungo periodo durante la notte a partire dalla prima serata, ad un'altezza sull'orizzonte tale da consentirne la migliore osservazione. In questo periodo, inoltre, il pianeta si trova prossimo al nodo ascendente della sua orbita e dunque i satelliti medicei (Io, Ganimede, Europa e Callisto) vengono a trovarsi "in linea" con l'osservatore terrestre; in queste particolarissime condizioni, che si ripetono con una periodicità di 6 anni, si possono osservare i mutui fenomeni dei sopraccitati satelliti vale a dire le eclissi anulari, eclissi totali, occultazioni e transiti di un satellite rispetto l'altro.

Lo stesso dicasi per Saturno, il Signore degli Anelli. Il pianeta si trova infatti nelle condizioni migliori per l'osservazione degli anelli, in quanto alla massima inclinazione per l'osservatore terrestre e dunque alto nel cielo per grande parte della serata. Sia per Giove sia per Saturno sarà inoltre possibile osservare la struttura dell'atmosfera gassosa individuando le regioni in cui essa si presenta più turbolenta, es. la grande macchia rossa di Giove, o con caratteristici differenti aspetti cromatici.

I telescopi rivolti alla Luna saranno dedicati all'osservazione del "terminatore lunare", regione determinata dal passaggio alla zona illuminata da quella oscura, in cui meglio si possono apprezzare i dettagli delle catene montuose lunari enfatizzate nel passaggio tra la luce abbagliante e l'oscurità totale. I partecipati potranno così osservare le diverse strutture morfologiche della Luna quali mari, crateri, montagne e domi.

Se le condizioni lo permetteranno si potranno infine osservare i "giganti" del "profondo cielo" tipici dei mesi invernali, ovvero gli oggetti più spettacolari appartenenti alla categoria di galassie, nebulose, ammassi e super-ammassi.
Sono oggetti astronomici la cui osservazione permetterà di riflettere e discutere su tematiche cosmologiche, vale a dire l'aspetto e l'età dell'universo, e quindi rivolgere l'attenzione agli aspetti metafisici dell'astronomia.

I partecipanti potranno osservare i pianeti, la Luna e gli oggetti del profondo cielo attraverso i telescopi messi a disposizione dall'associazione e visionare sul monitor le immagini in diretta ottenute con l'uso di una webcam applicata ad un telescopio, inoltre i soci saranno a disposizione per rispondere ad ogni curiosità in merito.
La manifestazione vuole essere un momento di aggregazione tra gli appassionati delle discipline astronomiche ed in generale un'occasione per avvicinare le persone all'osservazione del cielo ed alle attività svolte dagli astrofili, il cui movimento, in Italia è ormai rappresentato da più di 200 associazioni.
L'incontro inoltre sarà l'occasione per sensibilizzare gli intervenuti sul tema dell'inquinamento luminoso legato, peraltro, a quello del risparmio energetico.

 
 Informazioni 
Dove: Via Coriassa 3, Retrorbido (PV)
Quando: sabato 8 febbraio 2003, ore 21.00

Per informazioni:
Tel.: 335/6881691
E-mail: tethys@astrotethys.org
 

Paola Guado

Pavia, 03/02/2003 (825)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool