Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
domenica, 31 maggio 2020 (1100) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Ciao Franco
» Ciao "Lulu"
» Vito Pallavicini: è volato nel suo “Azzurro”
» E’ mancato Sergio Bardotti
» Sogni e Tradimenti
» Chemical Blend
» Marco Zappa: InGiroUnaVita
» Francesco Garolfi :The Blues I Feel
» Addio Gene Pitney
» Mortara ed il suo teatro
» Vigevano ed il Cagnoni!

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Francesca Dego in concerto
» Al Borromeo l'omaggio a Beethoven
» Christian Meyer Show
» Concerto di Natale - Merry Christmas in Jazz & Gospel
» Festival di Natale - ¡Cantemos!
» Festival di Natale - El Jubilate
» Festival di Natale - Hor piango, hor canto
» Concerto di Natale
» Festival di Natale - O prima alba del mondo
» Up-to-Penice omaggia De Andrè
» Duo violino e violoncello
» Cori per il Togo
» Open-day al Vittadini. Laboratori musicali per l'infanzia
» Stayin' alive LVGP sings 70s
» Omaggio a Offenbach e Lirica del cuore
 
Pagina inziale » Musica » Articolo n. 8379 del 29 dicembre 2009 (2316) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
In ricordo di una amica
In ricordo di una amica
Vorrei non dover mai scrivere cose come queste, ma ogni tanto (purtroppo) è l’unico modo in cui riesco a salutare un amico/a che se ne va.
 
Vittoria (moglie di Sergio Ferraboschi), titolare dello storico negozio di dischi RadioVittoria in Corso Cavour, se ne è andata all’improvviso, in modo fulmineo ed inatteso.
La notizia mi ha lasciato sconvolto ed incredulo: ma come, se solo la settimana scorsa era lì con me, dietro il banco del suo negozio, a ridere e scherzare!?!
 
Ho pensato subito a Sergio, al suo dolore, a tutto quello che avrebbe dovuto affrontare.
Volevo telefonargli ….ma non sapevo cosa dire davanti ad una tragedia simile.
Mi ha aiutato la tecnologia, e un sms ha sostituito la voce incapace di esprimere un dolore profondo.
Vittoria era una donna solare, positiva, pratica (beh, pratica… a modo suo lo era).
Al di là delle convinzioni politiche, era una persona che, comunque, metteva gli altri al di sopra di tutto.
La sua casa e la sua tavola erano aperti a tutti, in qualsiasi momento del giorno e della notte.
Lei c’era sempre per chiunque avesse bisogno di essere consolato, cercasse un consiglio, una persona con cui sfogarsi o anche con cui dividere le proprie gioie e i propri entusiasmi.
 
Lei e Sergio, le persone le hanno sempre “adottate” e condotte per mano attraverso le difficoltà.
Generazioni intere di musicisti hanno usato il suo negozio, così come la sua abitazione, come ritrovo e fonte di stimoli (così come anche di critiche, ove ce ne fosse stato bisogno).
E’ stata tra i fondatori di Spaziomusica, lasciando però in primo piano il suo amatissimo Sergio, a cui ha dedicato tutta la propria esistenza.
 
Ecco, lasciatemi fare una considerazione che può apparire un po’ cinica: la malattia che si è rivelata in modo così inaspettato, con risultati fulminanti, in fondo le ha risparmiato un travaglio clinico che lei non avrebbe tollerato assolutamente. Non avrebbe mai potuto sopportare di essere malata e non poter badare al “suo Sergio”.
 
Non so quando mai realizzerò il fatto che lei non c’è più; e come me tantissimi altri.
Non mi resta che salutarla: Ciao Vittoria; un bacio dal tuo “Furietto”.
 
 
 Informazioni 
 

Furio Sollazzi

Pavia, 29/12/2009 (8379)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool