Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
giovedì, 26 novembre 2020 (576) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» L'altro Leonardo
» Oltrepò Pavese. L'Appennino Lombardo
» Napoleone anche a Pavia
» Marco Bianchi e "La cucina delle mie emozioni"
» Semplicemente Sacher
» Oltrepò infinitamente grande, infinitamente piccolo, infinitamente complesso
» Un nodo al fazzoletto
» Vigevano tra cronache e memorie
» Il Futuro dell’Immagine
» "Sorella Morte. La dignità del vivere e del morire”
» L' Eredità di Corrado Stajano
» Il pentagramma relazionale
» Ghislieri 450. Un laboratorio d’ Intelligenze
» Progettare gli spazi del sapere: il caso Ghislieri
» La Viola dei venti
» Solo noi. Storia sentimentale e partigiana della Juventus
» L'estate non perdona
» Il manoscritto di Dante
» Per una guida letteraria della provincia di Pavia
» A Londra con mia figlia

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Il Carnevale degli Animali... al Museo!
» Il Sentiero dei Piccoli - Open Day
» Biodiversità degli animali
» Riabitare l'Italia & Appennino atto d'amore
» Festa dell'Albero 2019
» Lotte biologica, l'importanza dell'impollinazione da parte delle api
» Come moltiplicare le piante in casa: tecniche e consigli
» Corso sulla biodiversità urbana
» Passeggiata naturalistica
» Corso base di acquarello naturalistico
» La Margherita di Adele
» Pavia per gli animali
» Mostra mercato “Antiche varietà agricole locali e piante spontanee mangerecce”
» BiodiverCittà - passeggiata al Parco della Sora
» Biodivercittà - passeggiata al Parco della Vernavola
 
Pagina inziale » Ambiente » Articolo n. 8705 del 20 aprile 2010 (2315) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Tuffi nel fiume
Tuffi nel fiume
I metodi efficaci per trarre dall’oblio la memoria di un fiume sono molti. Uno di questi è senz’altro raccontare la storia del rapporto tra l’uomo e il fiume.
 
Pier Vittorio Chierico, autore di “Tuffi nel fiume”, ha di nuovo scavato nella storia di Pavia per scrivere un libro che parla anche del Ticino. Un altro libro sul Ticino non è male! Con esso si aiuta il cittadino ad orientare il suo interesse verso l’ambiente naturale e la storia del territorio con l’intenzione di conoscerli ed apprezzarli.
 
L’avvenuta riqualificazione del Lido di Pavia, frutto di un accordo tra Regione Lombardia, Provincia di Pavia, Comune di Pavia e Consorzio Parco Lombardo della Valle del Ticino, è occasione per ripercorrere nel tempo le vicende di un segmento importante della storia della nostra città e del suo fiume, quello della balneazione nel Ticino.
L’autore ne ricostruisce i tratti più significativi con puntualità, ricorrendo a fonti d’archivio e della memoria orale che, se ben interpretati come nel caso specifico, trasmettono un patrimonio ricchissimo di informazioni, di dati, di storie che rendono ricco il vissuto di quei tempi.
 
Dalla lettura del testo, corredato da una cinquantina di immagini storiche, ben emerge che il fil rouge di tutto il racconto è l’amore dell’autore per la propria città e per il suo Ticino.
Il grande palcoscenico naturale in cui si snoda il racconto della storia popolare dei bagni in Ticino è il corso inferiore del fiume che si sviluppa nella bassa pianura lombarda.

In questo racconto, come sovente accade nella millenaria storia della nostra città, la vita dei pavesi si confonde con quella del Ticino, in un intreccio di vicende lieti e tristi.
A Pavia le aree più frequentate dai bagnanti si trovavano a monte dell’area urbana, dove le piene del Ticino hanno sempre portato con sé materiale inerte da distribuire qua e là nel fiume con assoluta irregolarità. L’inizio di ogni stagione estiva diventava per il bagnante una riscoperta del fiume, una ricerca della spiaggia più attraente e più comoda. Per i più esigenti vi erano invece gli stabilimenti balneari con le loro comodità, prima chalet in legno da ricostruire all’inizio di ogni estate, poi la struttura fissa in muratura del Lido di Pavia.
 
Tuffi nel fiume” è la quarta impresa editoriale che il Club Vogatori Pavesi affronta in pochi anni. Una produzione che testimonia concretamente quanto sia ricca e variegata l’attività promossa dal sodalizio remiero borghigiano.
 
Domenica prossima (25 aprile, alle 16.30, presso il Salone del Lido),  in occasione dell’apertura della stagione remiera del Club Vogatori Pavesi, una video-presentazione illustrerà il volume alla cittadinanza.
Subito dopo, sempre organizzata dal Club Vogatori, partirà “La Quattro Ponti”, regata aperta a tutti i tipi di imbarcazioni a remi che prevede la discesa fluviale sul Ticino, dal "Lido" al Borgo Basso.
 
 Informazioni 
Tuffi nel fiume - Divagazioni balneari sul Ticino
di Pier Vittorio Chierico (Vice Presidente del Club Vogatori Pavesi)
Ed. Tipografie PIME Editrice Srl - 2010
 
 
Pavia, 20/04/2010 (8705)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool