Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
giovedì, 29 ottobre 2020 (152) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Vacchi e Bossini agli Incontri Musicali del Collegio Borromeo
» Il Mio Film. III edizione
» Il Carnevale degli Animali... al Museo!
» Incontro al Caffè Teatro
» Nel nome del Dio Web
» Carnevale al Museo della Storia
» Leonardo e Vitruvio. Oltre il cerchio e il quadrato
» Vittorio Sgarbi e Leonardo
» Narrare l'Antico: Sole Rosso di Grazia Maria Francese
» La Principessa Capriccio
» Visual Storytelling. Quando il racconto si fa immagine
» Francesca Dego in concerto
» Fra moglie e marito… Drammi del linguaggio
» I linguaggi della storia: Il formaggio e i vermi
» Al Borromeo l'omaggio a Beethoven
» Giornata della memoria. Il cielo cade
» Il Sentiero dei Piccoli - Open Day
» Gran Consiglio (Mussolini)
» Christian Meyer Show
» Corpi in gioco

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Francesca Dego in concerto
» Al Borromeo l'omaggio a Beethoven
» Christian Meyer Show
» Concerto di Natale - Merry Christmas in Jazz & Gospel
» Festival di Natale - ¡Cantemos!
» Festival di Natale - El Jubilate
» Festival di Natale - Hor piango, hor canto
» Concerto di Natale
» Festival di Natale - O prima alba del mondo
» Up-to-Penice omaggia De Andrè
» Duo violino e violoncello
» Cori per il Togo
» Open-day al Vittadini. Laboratori musicali per l'infanzia
» Stayin' alive LVGP sings 70s
» Omaggio a Offenbach e Lirica del cuore
 
Pagina inziale » Musica » Articolo n. 8765 del 6 maggio 2010 (2225) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Back, Ticinn Cantall, Senzapazienza... e un bus!
Back, Ticinn Cantall, Senzapazienza... e un bus!
Mercoledì 12, i Back To The Beatles, reduci dallo spettacolo teatrale tenuto al Teatro Mastroianni di San Martino, tornano ad infiammare il palco di Spaziomusica con un repertorio più rock di quello presentato in teatro.
 
Nello stesso giorno, in piazza della Vittoria, a Pavia, farà sosta il Redbull Tour Bus e un mezzo attrezzatissimo che dispone di una lounge-zone dotata di ogni confort (schermo lcd, lettore dvd, Playstation3, Guitar Hero World Tour, chitarre Epiphone) dove i musicisti hanno la possibilità di provare i loro strumenti collegandoli ad un simulatore di amplificatore e a un mixer.
Oltre all’autista, il Tourbus può ospitare 8 passeggeri a bordo e dispone anche di 5 cuccette per le trasferte più lunghe: insomma è una vera e propria casa su due ruote!
Il setup è automatico ed in meno di un minuto il palco è pronto per l'allestimento della backline. Questo mezzo alternativo, che permette alle band di esibirsi nelle più belle piazze d'Italia, è a disposizione dei gruppi che lo richiederanno. Chi è stato al Meeting delle Etichette Indipendenti di Faenza ha già avuto la fortuna di vederlo e di assistere ai live nella magica atmosfera del M.E.I.
Lo spettacolo del Redbull Tour Bus inizierà dalle18.30 in poi con le band Noiseful Bastards, Ironix, Flow, I Giocattoli di Clara, Bigammadre, Malodie Distorte e a seguire… DJ set.
 
Giovedì 13 maggio, sul Galleggiante del Club Vogatori Pavesi in via Milazzo, l’Associazione Artistica Culturale Ticinum presenta il nuovo cd dei Ticìnn CantàlBurghabàs”; introduce il giornalista Emilio D’Adamo, relatori il prof. Andrea Borghi, il poeta dialettale Valter Vai e il Maestro Massimo Germini.
Durante la serata verrà proiettato l’audiovideo “Burghabàs” del fotografo Pierino Sacchi.
Il cd dei Ticìnn Cantàl era stato presentato in anteprima il 28 febbraio presso la Biblioteca Comunale di Travacò Siccomario, in occasione della presentazione del libro “Lontano da Woodstock” di Andrea Bruschi.
 
Sempre giovedì 13 maggio, presso il Collegio Universitario Santa Caterina di Pavia, si terrà un incontro intitolato Lingua e linguaggi della canzone d’autore.
Lo spunto da cui prende le mosse la giornata di studio, patrocinata dall’Università di Pavia, è una frase di Bob Dylan: “Io sono le mie parole”. È la spiegazione con cui l’artista americano, ancora giovanissimo, illustrò a un giornalista di Newsweek nel 1963 il suo modo di vivere le canzoni che interpretava. Il cantautore è poeta, musicista, ma può essere allo stesso tempo una star, un’icona popolare e un interprete fedele e personale dei tempi in cui vive. I relatori invitati a parlare al Santa Caterina tenteranno di approfondire il valore culturale, linguistico, storico della canzone d’autore con particolare attenzione alla tradizione italiana.
 
Alle 18.00 si terrà la presentazione del volume di Giuseppe AntonelliMa cosa vuoi che sia una canzone. Mezzo secolo di italiano cantato” edito da Il Mulino. Antonelli è professore associato di Linguistica italiana presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Cassino, nel suo volume riconsidera i testi delle mille canzoni italiane più vendute negli ultimi cinquant’anni, nell’intento di ricostruire - attraverso quelle parole - mezzo secolo di storia della nostra lingua. Dialogherà con lui Giuseppe Polimeni, docente di Storia della Lingua Italiana all’Università di Pavia.
 
Alle 21.00 è in programma un dialogo tra Paolo Jachia e Giulio Casale. Paolo Jachia è saggista, critico letterario e docente di Semiotica e Semiotica delle arti presso l’Università di Pavia, ha tenuto e tiene laboratori e corsi sulla canzone d’arte italiana e sull’industria culturale (Università Milano Bicocca) nel 2009 ha pubblicato il saggio “La donna cannone e l'agnello di Dio. Tracce cristiane in Francesco De Gregori”. Giulio Casale è scrittore, autore e “cantattore”. Ha iniziato la propria carriera artistica giovanissimo nel 1991 fondando il gruppo rock degli Estra con cui ha ottenuto successo e riconoscimenti e con cui ha inciso quattro album. Ha poi pubblicato poesie, scritto saggi sulla canzone e negli ultimi anni ha saputo farsi apprezzare dal pubblico portando in teatro due spettacoli che si collocano a pieno merito nel genere del “teatro canzone”: “Polli d’allevamento” di Giorgio Gaber e “Formidabili quegli anni” liberamente ispirato al libro di Mario Capanna. Attualmente sta portando in tournée con grandissimo successo “La canzone di Nanda”, spettacolo che ha debuttato al Piccolo Teatro di Milano - Teatro d’Europa, dedicato a Fernanda Pivano, amica di Casale stesso e grande estimatrice del suo lavoro.
 
Nell’intervallo tra i due incontri si terrà un aperitivo in musica con ospite la formazione Bruno Cerutti & i Senzapazienza, gruppo pavese che proporrà dal vivo alcuni classici della canzone d’autore italiana. La partecipazione è gratuita.
 
 Informazioni 
 

Furio Sollazzi

Pavia, 06/05/2010 (8765)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool