Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
giovedì, 28 maggio 2020 (1037) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Macadam: Latitudine incrociate
» Fabrizio Poggi & Chicken Mambo: Spaghetti Juke Joint
» Nat Soul Band: Not so bad
» Far Out
» Ho sbagliato secolo
» Blues, Blues e ancora Blues
» Shag’s Airport
» Accordiamoci
» Il leone nell’Arena
» Francesco Garolfi: Un posto nel mondo
» Alberto Tava: il nuovo disco Mediterraneo
» Il matrimonio che vorrei: da oggi a Pavia
» Reality: ma quando ANCHE a Pavia?
» Il rosso e il blu: scuola italiana...
» Magic Mike: quando è lui a spogliarsi...
» I Beach Boys in Italia: c’ero anch’io!
» Giorgia, che sorpresa!
» Il ritorno dell'uomo armonica
» Wanna Be Startin’ Somethin’. Thriller rivisitato
» Un disco tutto pavese per Woody Guthrie

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Francesca Dego in concerto
» Al Borromeo l'omaggio a Beethoven
» Christian Meyer Show
» Concerto di Natale - Merry Christmas in Jazz & Gospel
» Festival di Natale - ¡Cantemos!
» Festival di Natale - El Jubilate
» Festival di Natale - Hor piango, hor canto
» Concerto di Natale
» Festival di Natale - O prima alba del mondo
» Up-to-Penice omaggia De Andrè
» Duo violino e violoncello
» Cori per il Togo
» Open-day al Vittadini. Laboratori musicali per l'infanzia
» Stayin' alive LVGP sings 70s
» Omaggio a Offenbach e Lirica del cuore
 
Pagina inziale » Musica » Articolo n. 8843 del 1 giugno 2010 (3062) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Burghabàs
Burghabàs
Da poco in circolazione, il nuovo CD dei Ticìnn Canntàl porta il titolo di Burghabàs (BorgoBasso, quella striscia di case che dal Ponte Vecchio va a perdersi nel verde della riva del Ticino) e, rispetto alla produzione precedente, porta alcune novità e differenze.
 
Intanto la composizione del gruppo: sempre più imperniato sulla figura del “leader” Luca Fraschini, dalle note di copertina si sta trasformando sempre più in un “gruppo allargato” che ruota intorno ad un nucleo fisso.
Compaiono infatti, oltre a Luca Fraschini e Chiara Vecchio, Fausto Rocca all’armonium, Massimo Germini (chitarre, bouzuky, mandolino), Roberto Carlotti (fisarmonica), Simone Rossetti Bazzano (violino-viola), Mattia Gallombardo (Batteria e percussioni).
Tra i collaboratori ritroviamo Giuseppe Coronelli (evidentemente non più in pianta stabile nel gruppo) e Stefano Gambini.
 
Per quello che riguarda la parte musicale, mi sembra sia ancora più curata del solito e scorre piacevole e, a volte, intrigante; si nota un maggior uso dell’armonica a bocca rispetto al violino che dà alle composizioni un aria più country che celtica.
 
Per i testi, pur continuando la collaborazione tra Fraschini e Mazzoni, si ricorre molto spesso a testi poetici già “in essere”, adattati alla musica; vengono così musicati Lino Veneroni, Valter Vai, Angelo Gambini, Marco Crevani e una filastrocca popolare dal titolo Trataburata, che risulta tra i brani più riusciti dell’album.
 
Dalle foto di copertina ai testi, tutto rimanda a Pavia e il suo dialetto, sotto l’egida dell’Associazione Artistica Culturale Ticinum e del Consiglio Regionale della Lombardia, confermando l’intento del gruppo di proporsi come alfieri delle tradizioni pavesi, andando ad occupare uno “spazio” lasciato libero dai non più attivi (da quel che mi risulta) Quei ad’la Barcèla.
 
 Informazioni 
 

Furio Sollazzi

Pavia, 01/06/2010 (8843)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool