Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
sabato, 23 gennaio 2021 (373) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Vieni ai laboratori civici
» Pavia città amica dei bambini
» Chi sa ridere è padrone del mondo
» Pavia on ice
» Le vie del Gusto
» Pavia d'Estate 2015
» Nuova Caccia ai tesori di Pavia!
» Il Sindaco fuori dal Comune
» Pavia, dove la storia accade
» Bimbi in bici... In sicurezza
» 4° Mercatino Sociale
» Notte rosa, notte gaia
» Pavia ed il "suo" cinema
» Il Castello in festa
» Aperitipico
» Happening pavese!
» XLII Settimana Agostiniana pavese
» 61 Giorni di Maggio Pavese
» Concerto per il Duomo: un successone
» Trekking urbano 2009

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Torna a Pavia il Mercatino del Ri-Uso
» Dame e Cavalieri di oggi e di ieri
» Visita gratuita ai luoghi di San Riccardo Pampuri
» Un sabato al Museo per la Storia dell'Università
» Uno:Uno. A tu per tu con l'opera - Sull'onda dello Ukiyo-e
» Natale in museo per bambini
» Leonardo e l'antico Ospedale San Matteo di Pavia
» Torre in Festa
» Museo per la Storia - apertura sabato
» Mortara e Primo Levi
» Pavia in posa, da Hayez a Chiolini
» Al Passo con il Naviglio Pavese
» A tu per tu con l'opera: Pietro Michis
» Lo sguardo di Maria
» Uno:Uno. A tu per tu con l'opera kids
 
Pagina inziale » Turismo » Articolo n. 915 del 19 marzo 2003 (3875) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Percorsi in rosa
Il monastero di San Felice - Chiostro interno

Percorsi urbani della storia e della memoria è il titolo della guida tutta al femminile recentemente edita dall'Assessorato alle Pari Opportunità del Comune di Pavia. Gli itinerari fra i segni delle donne a Pavia escono ora dalle pagine del libro, per divenire spunto e occasione di una serie di visite guidate ideate dalla cooperativa Progetti.

Il primo appuntamento indaga il rapporto tra donne e religione, accompagnando i visitatori entro le mura degli antichi conventi femminili di San Felice e di Santa Maria di Teodote.
I due storici complessi, persa ormai la loro originale funzione e architettonicamente modificati dal passare dei secoli, sono oggi più noti, il primo in quanto sede delle facoltà di Economia e di Filosofia, il secondo in quanto ospita il Seminario Vescovile. Tuttavia, per chi sappia vedere e ascoltare, qui ancora aleggia la memoria di numerose figure di donne che a queste mura legarono il loro destino per scelta o per forza, in bilico tra devozione e umane passioni.

Ansa, Andriola, Alma sono tra le protagoniste della storia di San Felice: la prima, sposa dell'ultimo re longobardo Desiderio, fu la fondatrice del monastero nell'VIII secolo. Pochissimi resti murari e una straordinaria cripta carolingia ci parlano ancora dell'epoca lontana in cui la regina visse, sfortunata sovrana di un regno ormai al tramonto.
Le altre due, badesse rispettivamente nel '400 e nel '600, alla monotonia della vita claustrale opposero la creatività: Andriola de Barrachis fu pittrice, Alma Colomba colta autrice di opere mistiche.
Ci piace immaginare che tra i tondi con i ritratti di monache del chiostro quattrocentesco ci sia anche il volto di Andriola...

Parimenti nella notte dei tempi si perdono le origini del Monastero di Santa Maria di Teodote.
Il suo nome deriva da quello della nobile fanciulla di origine romana di cui si incapricciò il re longobardo Cuniperto che poi - così continuano i gossip medievali - con atto riparatore la rinchiuse nel convento intorno al 688.
Ancora una volta le evidenze monumentali delle origini sono quasi nulle; di grande interesse invece il chiostro quattrocentesco e l'oratorio del Salvatore.
La cappelletta è un vero e proprio gioiello di architettura e pittura rinascimentale, rappresenta un unicum nel panorama pavese, purtroppo ignorato dai più.

A questo primo incontro ne seguiranno altri due, i cui fili conduttori saranno il rapporto tra donne e cultura e le raffigurazioni femminili nelle opere dei Musei Civici.
Ecco il calendario completo:

Domenica 30 marzo 2003
Donne in Preghiera
Ritrovo ore 16.00: Piazza della Vittoria

Domenica 27 aprile 2003
Il sapere delle donne
Ritrovo ore 16.00: Piazza della Vittoria

Domenica 25 maggio 2003
Donne in cornice
Ritrovo ore 16.00: Ingresso Musei Civici


 
 Informazioni 
Partecipazione:gratuita, offerta alla cittadinanza dall'Assessorato alle Pari Opportunità.

Per informazioni:
Cooperativa Progetti
Tel.: 0382/530150
Web: www.progetti.pavia.it
 

Alessandra Viola

Pavia, 19/03/2003 (915)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2021 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool