Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
lunedì, 25 maggio 2020 (919) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Giornata Internazionale delle Bambine e delle Ragazze
» Comune che vai, fisco che trovi
» Cyberbullismo: il male sottile
» Cities for Life - Città per la Vita/Città contro la Pena di Morte
» Evviva la Repubblica
» Ecco la carta dei servizi e dei diritti per i Musei di Pavia
» Nasce Radio Local
» Treno Verde 2016
» Pavia ad HappyCube
» Un altro Sanremo alle spalle
» Minerva d'Artista
» Appesi a un filo, ma senza rassegnazione
» I Beatles in edicola
» Madagascar 3: Ricercati in Europa. Ma anche a Pavia...
» Chiusura dei cinema Corallo e Ritz
» InfoMatricole 2012
» Pavia-Innsbruck: un gemellaggio possibile?
» Buio in sala? Prima che i cinema chiudano anche a Pavia
» Una fiaccolata per sensibilizzare sull’autismo
» Oscar 2012!

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Francesca Dego in concerto
» Al Borromeo l'omaggio a Beethoven
» Christian Meyer Show
» Concerto di Natale - Merry Christmas in Jazz & Gospel
» Festival di Natale - ¡Cantemos!
» Festival di Natale - El Jubilate
» Festival di Natale - Hor piango, hor canto
» Concerto di Natale
» Festival di Natale - O prima alba del mondo
» Up-to-Penice omaggia De Andrè
» Duo violino e violoncello
» Cori per il Togo
» Open-day al Vittadini. Laboratori musicali per l'infanzia
» Stayin' alive LVGP sings 70s
» Omaggio a Offenbach e Lirica del cuore
 
Pagina inziale » Musica » Articolo n. 9389 del 19 gennaio 2011 (3569) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Spaziomusica 1986-2011 - 25 anni di storia
Spaziomusica 1986-2011 - 25 anni di storia
Con una conferenza stampa tenutasi sabato a mezzogiorno, Spaziomusica ha presentato le iniziative per festeggiare il 25° anno di età!
 
Era il gennaio 1986: un altro secolo, un altro millennio. La musica si ascoltava su album in vinile e musicassette. Non c’erano i cellulari, non c’era internet. Non c’era il divieto di fumo nei locali.
Un’avventura nata quasi per gioco, quasi per caso, da un gruppo di amici appassionati ed incoscienti, è diventato un locale “storico”.
 
L’avventura era nata nel negozioRadioVittoria (in corso Cavour), da un’idea iniziale di Sergio Ferraboschi e del sottoscritto, per creare un posto in cui si facesse musica senza sottostare alle esigenze commerciali (per altro giustificatissime) dei locali pubblici e in cui tutti i musicisti pavesi potessero, indiscriminatamente, trovare un palco su cui esibirsi.
Tra gli altri entusiasti fondatori c’erano anche Giovanni Magenes e MaurizioMaoBozzi, oltre che la titolare del negozio Vittoria Dellavalle. A questi si aggiunsero Bruno Morani e Daniela Bonanni che risultarono poi i veri artefici del successo e della fama del locale che, sotto la loro conduzione, divenne un punto di riferimento, apprezzato e riconosciuto non solo a Pavia ma nell’intera penisola e anche all’estero.
Simone Gazzotti e Patrizio Diana lo hanno traghettato nel nuovo millennio.
Dall’inizio del 2006 Simone Marchetti e Alessandro Savino, che di Spazio sono stati giovanissimi fruitori, con il fondamentale contributo di Ioris Delli e Vito Savino, si sono assunti l’onere e l’onore di continuare l’avventura “tra novità e tradizione” come è scritto nel sito. Il gruppo iniziale si è ben presto allargato e impreziosito grazie all’inserimento di William Novati.
Molte cose sono cambiate nel frattempo, e in peggio, intorno a noi.
Spazio, a distanza di 25 anni, continua ad essere luogo fisico e luogo dell’anima dove si intrecciano idee e sogni collettivi, incontri, parole e tanta buona musica. Spaziomusica continua a progettare, ad inventarsi il futuro e a resistere, come sempre, “in direzione ostinata e contraria”.
La storia l’hanno scritta le migliaia e migliaia di persone, di amici, di ribelli, di bevitori, di appassionati di musica che sono passati da Spazio e i tanti, tantissimi artisti italiani e stranieri che, fin dall’inizio, ne hanno animato le notti.
 
Tante sono le iniziative previste per i festeggiamenti che si “snoccioleranno” nell’arco dell’intero anno, a cominciare da venerdì 21 gennaio e mercoledì 2 marzo con la “rifondazione” della SpazioBruno Big Band, nata dal cuore di tanti musicisti-amici cresciuti a Spazio, in omaggio ed in ricordo di Bruno Morani, che di jazz era un grande appassionato. Diretta da Andres Villani, riunisce il meglio della scena musicale pavese ed è anche una sorta di laboratorio musicale aperto alla Big Dive Band (costola dell’Orchestra Invisibile, composta da soggetti con problemi di autismo e dilettanti volenterosi di varia età), alla Compagnia delle ance e agli allievi del Conservatorio.
Si festeggia anche con un concerto in memoria di Fabrizio De Andrè il 26 gennaio, e il 20 marzo, al Teatro Fraschini, con i musicisti che accompagnavano Fabrizio, nello spettacolo “Mille anni ancora: il concerto dl Brancaccio”.  
Ancora in data da destinarsi, un concerto in ricordo di Vittoria Dellavalle, scomparsa alla fine del 2009, e, a giugno, sono previste una serie di iniziative tra cui un corteo con marching band che si snoderà per le vie della città per terminare con un concerto della Treves Blues Band. Sempre a giugno, si vocifera di una possibile “Notte Bianca John Lennon”.
Staremo a vedere.
 
Intanto… Buon compleanno Spaziomusica!
 
 Informazioni 
 

Furio Sollazzi
con gli auguri anche dallo Staff di MiaPavia :-)

Pavia, 19/01/2011 (9389)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool