Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
venerdì, 23 aprile 2021 (534) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» XXVI edizione del Festival Borghi&Valli
» Vittadini Jazz Festival 2019
» l'EX|ART Film Festival
» Maggio in musica
» Da settembre la nuova stagione del Cirro
» Da Mozart a Glenn Miller
» Nkem Favour Blues Band
» Altissima Luce
» Ultrapadum 2016
» Serenata Kv 375
» 4 Cortili in Musica
» Maggio in musica
» Con Affetto
» Mirra-Mitelli chiudono Dialoghi
» La Risonanza a Pavia Barocca
» Dialoghi: Guidi-Maniscalco
» Sguardi Puri
» Le piratesse della Jugar aprono Piccoli Argini
» Il cinema è servito!
» Ultrapadum agostano

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Vacchi e Bossini agli Incontri Musicali del Collegio Borromeo
» Carnevale al Museo della Storia
» Leonardo e Vitruvio. Oltre il cerchio e il quadrato
» Vittorio Sgarbi e Leonardo
» Narrare l'Antico: Sole Rosso di Grazia Maria Francese
» Squali, predatori perfetti"
» Visual Storytelling. Quando il racconto si fa immagine
» I linguaggi della storia: Il formaggio e i vermi
» Giornata della memoria. Il cielo cade
» Pretesti per una mostra. Sergio Ruzzier a Pavia
» La Storia organaria di Pavia
» Postazione 23
» Il "Duchetto" di Pavia
» Libri al Fraccaro
» La cospirazione dei tarli
 
Pagina inziale » Cultura » Articolo n. 9404 del 20 gennaio 2011 (2132) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Mortara Legge
Mortara Legge
Dal prossimo giovedì, per 3 giovedì consecutivi, il pomeriggio di Palazzo Cambieri a Mortara si animerà con le letture della seconda rassegna letteraria “Mortara Legge - Gli scrittori presentano gli scrittori”.
 
Organizzata dalla Biblioteca Civica “F.Pezza”e dall’Assessorato allo Sport, Cultura e Turismo del Comune, con la collaborazione di Libreria Le Mille e una pagina e Libreria Ubik, la rassegna proporrà incontri con autori a presentare, in prima persona, le proprie opere.
 
Il primo incontro vedrà protagonisti Letizia Muratori col romanzo “Sole senza nessuno” (Adelphi, 2010)
 
Della sua lontana carriera di modella Emilia non ha conservato molto, tranne una nervosa tolleranza verso l’eccentricità. Eppure la proposta che le arriva all’improvviso da una sua vecchia conoscenza nel mondo della moda, l’ineffabile signor Murita, la lascia per un attimo interdetta: si tratterebbe infatti di curare nei minimi particolari, a partire dagli abiti alla coreografia e oltre, le settantadue ore che alcuni turisti giapponesi amano trascorrere a Roma per ricevere, in una cerimonia che al ritorno presenteranno come un matrimonio esotico, la benedizione della Chiesa cattolica. Essendo nata in sartoria, e dopo anni di passerella, Emilia ha visto ben altro: i capricci di Audrey Hepburn e Ava Gardner, ad esempio, o le bizze di vari stilisti. Ma la sua perplessità non è di carattere professionale. Accade infatti che il lavoro di Murita consista nella messinscena, e quindi nella parodia, di un matrimonio, e che al matrimonio Emilia non pensi volentieri: molto tardivamente quello con Paolo, tenuto in piedi a forza quasi dagli inizi, si sta sciogliendo, mentre sua figlia Sofia, risucchiata da una brillante carriera di fotografa, ha una vita sentimentale che la Chiesa non benedirebbe mai…
 
e Armando Massarenti con “Dizionario delle idee non comuni” (Guanda, 2010)
 
Ogni dizionario che si rispetti è fatto di «definizioni », e definire «significa rinchiudere la sconfinata foresta dell’idea in un muro di parole». A Samuel Butler, autore di questo aforisma, è però toccato di ritrovarsi autore solo post mortem di un Dizionario dei luoghi non comuni scelti dai suoi taccuini. Neppure Armando Massarenti avrebbe mai pensato di comporre un Dizionario, sia pure sui generis come questo, se non lo avesse trovato già scritto ripercorrendo a ritroso il suo avventurarsi nella foresta, delle idee che hanno animato il dibattito culturale degli ultimi anni. Idee a prima vista piuttosto comuni, almeno per un dizionario filosofico-scientifico: argomentazione, assurdo, atarassia, bello, benevolenza e così via, fino a vendetta, verità, zero, passando per i meno usuali albi professionali, applauso o win for life. Ma di non comune in questo Dizionario non ci sono tanto le voci quanto la maniera in cui sono trattate…
 
Seguiranno, giovedì 3 febbraio, due nuove uscite in casa Longanesi: Matteo Collura con “Il gioco delle parti - Vita straordinaria di Luigi Pirandello”
 
Questa non è una nuova biografia di Pirandello, ma un racconto della sua vita che ne rivela pienamente la complessa, modernissima personalità. Dopo avere esplorato il pianeta Sciascia e le infinite storie di Sicilia, Matteo Collura in un duello a lungo atteso e preparato si confronta con il figlio più illustre della sua stessa città, restituendogli la verità che sempre gli è stata negata o edulcorata. Umano, troppo umano, il Pirandello di Collura è un personaggio che ha forse trovato il suo autore. Viene fatta completa luce sul suo teatro, dove nel dramma talvolta si affaccia per un attimo il sorriso, come un sole d’inverno. E così eccole, più vive e vere che mai, le infinite maschere della sua fantasia: i sei personaggi, Enrico IV, l’uomo dal fiore in bocca, il mago Cotrone, lo scrivano Ciampa...
Sappiamo ora finalmente la verità: sul suo fascismo, tutt’altro che episodico e ambiguo, sulla follia della moglie, sul rapporto con i figli, di cui fu al contempo vittima e carnefice, sull’amore ossessivo e a senso unico per Marta Abba, sua splendida musa e sua dannazione.
 
e Marta Morazzoni con “La nota segreta”,
 
Nel monastero di Santa Radegonda, nella Milano del 1736, vive una ragazza dallo straordinario talento musicale. Il suo nome è Paola Pietra, una giovane contessa in clausura per imposizione dell’illustre famiglia. La voce di contralto, scura e potente, è la sua unica ragione di vita; ma la passione per la musica rappresenta una minaccia per la badessa del convento. Oltre la grata, nel corso delle messe cantate, un diplomatico inglese in missione presso l’arciduca d’Austria nota la sua voce e non la dimentica. Nasce così, da una suggestione del canto, da profumi e immagini rubati, l’amore proibito fra la novizia e sir John Breval, a cui farà seguito la fuga dal convento e un lungo viaggio in terre straniere e in un mare pieno di insidie...
 
L’ultimo appuntamento, giovedì 10 febbraio, trasporterà i presenti nella capitale francese grazie a Margherita Oggero, che presenterà “Risveglio a Parigi”.
 
Un viaggio a Parigi. Silvia, Barbara e Mariangela lo sognano dai tempi della terza media, l'età dei confusi progetti di vita e dei castelli in aria, quando una breve vacanza nella ville lumière simboleggiava le magnifiche possibilità del futuro: il successo professionale, la libertà e l'amore. Adesso che di anni ne hanno trentadue, e non si sono mai perse di vista, decidono di partire regalandosi alcuni giorni a Parigi, in omaggio all'amicizia, certo, ma anche per una specie di malinconico rimpianto dell'adolescenza.
In sottofondo, inconfessata, la speranza per tutte di dimenticare, anche solo temporaneamente, il proprio carico di delusioni, ansie, contraddizioni, per ritornare un po' alleggerite dei fardelli che ciascuna porta con sé…
 
e ad Enrico Pandiani con il suo “Troppo Piombo
 
Qualcuno sembra divertirsi a uccidere con inaudita violenza le giornaliste di un noto quotidiano parigino. Ci sono pochi indizi, nessun sospetto, troppi pettegolezzi. Questo è un lavoro per Les italiens.
Fra sfilate di moda, lotte di banlieu e carta stampata, la brigata di poliziotti italo francesi comincia ad indagare, rendendosi ben presto conto che per arrestare l'assassino dovrà ricostruirne la storia e i tormenti senza sapere nulla di noi. Dovrà cercarlo, stanarlo, mettere in gioco la propria astuzia e i propri metodi.
In una Parigi invernale, dove tutto viene lentamente e inesorabilmente ricoperto da una nevicata senza fine, ogni cosa è diversa da quello che sembra e il commissario Mordenti si addentra in un'inchiesta difficile, distratto dalla presenza morbida e avvolgente di Nadège, una bella giornalista di colore che forse ha qualcosa da nascondere.
 
Pandiani presenterà in questa occasione anche il suo ultimissimo romanzo, “Lezioni di Tenebra”, in uscita proprio il 10 febbraio.
 
 Informazioni 
Dove: Sala Conferenze di Palazzo Cambieri, c.so Garibaldi, 48 - Mortara
Quando: da giovedì 27 gennaio 2011, per 3 giovedì consecutivi, alle ore 17.30
 

La Redazione

Pavia, 20/01/2011 (9404)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2021 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool