Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
giovedì, 28 maggio 2020 (971) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» XXVI edizione del Festival Borghi&Valli
» Vittadini Jazz Festival 2019
» l'EX|ART Film Festival
» Maggio in musica
» Da settembre la nuova stagione del Cirro
» Da Mozart a Glenn Miller
» Nkem Favour Blues Band
» Altissima Luce
» Ultrapadum 2016
» Serenata Kv 375
» 4 Cortili in Musica
» Maggio in musica
» Con Affetto
» Mirra-Mitelli chiudono Dialoghi
» La Risonanza a Pavia Barocca
» Dialoghi: Guidi-Maniscalco
» Sguardi Puri
» Le piratesse della Jugar aprono Piccoli Argini
» Il cinema è servito!
» Ultrapadum agostano

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Francesca Dego in concerto
» Al Borromeo l'omaggio a Beethoven
» Christian Meyer Show
» Concerto di Natale - Merry Christmas in Jazz & Gospel
» Festival di Natale - ¡Cantemos!
» Festival di Natale - El Jubilate
» Festival di Natale - Hor piango, hor canto
» Concerto di Natale
» Festival di Natale - O prima alba del mondo
» Up-to-Penice omaggia De Andrè
» Duo violino e violoncello
» Cori per il Togo
» Open-day al Vittadini. Laboratori musicali per l'infanzia
» Stayin' alive LVGP sings 70s
» Omaggio a Offenbach e Lirica del cuore
 
Pagina inziale » Musica » Articolo n. 9450 del 8 febbraio 2011 (3963) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Dialoghi: jazz per due. XIII edizione
Dialoghi: jazz per due. XIII edizione
Organizzata come di consueto dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Pavia, con la consulenza artistica di Roberto Valentino e con il sostegno di Banca Popolare di Milano e Hotel Moderno, “Dialoghi: jazz per due” giunge alla XIII edizione confermandosi uno degli appuntamenti “importanti” non solo per la città di Pavia, ma per il panorama jazzistico nazionale (e non), data la peculiarità della rassegna stessa che costringe due musicisti a confrontarsi (molto spesso per la prima volta) con strumentazione minima, in uno spazio ridotto, per cercare di coniugare i propri modi espressivi in una musica comune.
 
Un plauso alla corrente Amministrazione per aver capito lo spessore e l’importanza di questa “piccola-grande” manifestazione e aver fatto di tutto per mantenerla in vita, nonostante le difficoltà economiche contingenti che i Comuni italiani stanno attraversando.
L’assessore Centinaio, nella conferenza stampa di presentazione, ha sottolineato questa ferma intenzione, da parte del Comune di Pavia, di sostenere iniziative come questa.
 
Ma veniamo al programma: quattro i concerti che si terranno fra l’8 marzo e il 6 aprile, tutti ospitati nella suggestiva cornice di Santa Maria Gualtieri (Piazza della Vittoria), ideale sede della rassegna. Filo conduttore è quest’anno uno sguardo al variegato panorama jazzistico statunitense, con una particolare attenzione per la sempre vivace scena newyorkese. 
 
Martedì 8 marzo, primi a scendere in campo saranno il pianista Vijay Iyer, considerato uno dei più creativi jazzisti del momento, e il sassofonista Rudresh Mahanthappa (a cui la prestigiosa rivista DownBeat –la “bibbia” del jazz- ha dedicato l’ultima copertina), altro talento in costante ascesa: entrambi nati da genitori indiani emigrati negli Stati Uniti, i due propongono una musica rigorosa ma nel contempo lirica e comunicativa che ha solide basi in una completa comunione di intenti.
Lunedì 14 i riflettori saranno quindi puntati sulla coppia formata dal trombettista Steven Bernstein, specialista della slide trumpet e figura di primo piano della downtown scene (nonché collaboratore di Lou Reed e del produttore Hal Willner), e da Riccardo Fassi, pianista che vanta altre importanti collaborazioni con musicisti d’oltreoceano (il compianto Steve Lacy in primis). Questa sarà la prima volta in assoluto in cui i due musicisti suoneranno insieme in un inedito duetto.    
Giovedì 24 marzo, il terzo appuntamento della XIII edizione di “Dialoghi: jazz per due” avrà come protagonisti il pianista Matthew Shipp (a lui dedicata la copertina dell’ultimo numero di The Wire), il cui approccio alla tastiera affonda le radici nel più autentico humus culturale afro-americano, e il batterista tedesco Günter “Baby” Sommer, esponente della più fantasiosa percussione jazz europea, con un suo personale e originalissimo set di percussioni. 
Infine, mercoledì 6 aprile, chiusura nel segno della chitarra: di scena saranno infatti due avventurosi virtuosi delle sei corde, Marc Ribot, altra personalità di spicco del panorama sonoro della Big Apple e ben noto anche per il suo lungo sodalizio con Tom Waits (ma ha collaborato anche con gli italiani Capossela e Savoldelli), e l’italiano Marco Cappelli, che da tempo risiede e opera artisticamente a New York.
Quest’ultimo concerto sarà ripreso in diretta e ritrasmesso probabilmente su Sky Classica.
 
Tutti i concerti avranno inizio alle ore 21 e, già da ora, sarà possibile acquistare gli abbonamenti all’intera rassegna, gli unici che permetteranno di avere un posto riservato.
 
Consulta il programma completo.

 Informazioni 
Quando: 8 marzo - 6 aprele 2011, ore 21.00
Dove: Santa Maria Gualtieri, Piazza della Vittoria, Pavia
Biglietti: euro 10 a concerto; abbonamento a 4 concerti, euro 30

 

Furio Sollazzi

Pavia, 08/02/2011 (9450)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool