Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
domenica, 31 maggio 2020 (1001) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Lotte biologica, l'importanza dell'impollinazione da parte delle api
» I rischi del bullismo on line, workshop al Borromeo
» Arianna Arisi Rota, Risorgimento. Un viaggio politico e sentimentale
» I transgender nello sport tra mito e realtà
» La sirena: da Omero ad Andersen passando per San Michele
» Di amore, di avventura e di archivisti
» Luca Mercalli e la crisi climatica
» Walking the Line
» Pillole di... fake news
» Scienza e bugie: il virologo Roberto Burioni al Borromeo
» Marcella Milani si racconta al Pavia Foto Festival
» Colloquio sull'Europa
» Scoprire il teatro: Carlos María Alsina a Pavia
» Salvatore Silvano Nigro e il "fantastico" Manganelli
» Tutto quello che avreste voluto sapere sulla Pila di Volta
» Paolo Gentiloni, Roberto Maroni e Ferruccio de Bortoli a Pavia
» A tu per tu con Massimo Tammaro
» Mino Milani - Di stelle e di Misteri
» Conversazione Pavese
» Circolo di lettura

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Francesca Dego in concerto
» Al Borromeo l'omaggio a Beethoven
» Christian Meyer Show
» Concerto di Natale - Merry Christmas in Jazz & Gospel
» Festival di Natale - ¡Cantemos!
» Festival di Natale - El Jubilate
» Festival di Natale - Hor piango, hor canto
» Concerto di Natale
» Festival di Natale - O prima alba del mondo
» Up-to-Penice omaggia De Andrè
» Duo violino e violoncello
» Cori per il Togo
» Open-day al Vittadini. Laboratori musicali per l'infanzia
» Stayin' alive LVGP sings 70s
» Omaggio a Offenbach e Lirica del cuore
 
Pagina inziale » Musica » Articolo n. 9792 del 24 maggio 2011 (2557) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
“I ni cè, Griot”
“I ni cè, Griot”
Il Griot è il bardo, il cantastorie, che conosce le vicende antiche, le musiche per le cerimonie importanti e sa parlare e diffondere le informazioni tramite i canti e la musica.
 
I Griots, o Djeli in bambarà, sono delle caste presenti in tutte le etnie dell'Africa Occidentale. Le famiglie di griot  tramandano ai figli la storia degli antichi imperi e la musica. Si inizia a suonare da bambini e pian piano si apprende anche la costruzione tradizionale degli strumenti. 
Sia uomini che donne possono essere dei griots, ma l'importante è la famiglia di origine. Si nasce griot e si ha il ruolo di detenere la parola e di tramandare.
 
Alla Civica scuola di musica di Voghera troverà spazio un incontro con un giovane griot del Mali, Zam Dembélé, che presenterà gli strumenti musicali tradizionali: balafon e n’goni costruiti da lui stesso e dalla sua famiglia sono strumenti semplici fatti di legno, pelle e zucche, ma dal suono dolce e ritmato.
L’incontro prevede di descrivere la figura del griot e le tipologie di musiche che costituiscono il suo repertorio, accompagnando musica e canti con le parole e le foto del Sahel, cioè le terre delle rive del Niger, in particolare il Mali.
 
Si intende inoltre coinvolgere alcuni partecipanti all’incontro con un laboratorio sull’uso degli strumenti, infatti è normale nell’Africa Occidentale accompagnarsi e improvvisare, tenere il tempo e lasciarsi emozionare dalle parole delle canzoni.
 
Zam Dembélé fa parte del gruppo “Volo di Rondine” che si occupa di turismo responsabile e progetti umanitari in Mali. Il turismo responsabile e i progetti di formazione hanno l’obiettivo di favorire lo sviluppo, mentre altri programmi di Volo di Rondine sono dedicati alla alfabetizzazione ed alla informazione.
 
 
 Informazioni 
Quando: venerdì 27 maggio dalle ore 21.00
Dove: Civica scuola di musica di Voghera
Ingresso: libero
 
 
Pavia, 24/05/2011 (9792)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool