Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
mercoledì, 3 giugno 2020 (1017) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Macadam: Latitudine incrociate
» Fabrizio Poggi & Chicken Mambo: Spaghetti Juke Joint
» Nat Soul Band: Not so bad
» Ho sbagliato secolo
» Far Out
» Blues, Blues e ancora Blues
» Shag’s Airport
» Accordiamoci
» Il leone nell’Arena
» Francesco Garolfi: Un posto nel mondo
» Alberto Tava: il nuovo disco Mediterraneo
» Il matrimonio che vorrei: da oggi a Pavia
» Reality: ma quando ANCHE a Pavia?
» Il rosso e il blu: scuola italiana...
» Magic Mike: quando è lui a spogliarsi...
» Giorgia, che sorpresa!
» I Beach Boys in Italia: c’ero anch’io!
» Il ritorno dell'uomo armonica
» Wanna Be Startin’ Somethin’. Thriller rivisitato
» Un disco tutto pavese per Woody Guthrie

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Francesca Dego in concerto
» Al Borromeo l'omaggio a Beethoven
» Christian Meyer Show
» Concerto di Natale - Merry Christmas in Jazz & Gospel
» Festival di Natale - ¡Cantemos!
» Festival di Natale - El Jubilate
» Festival di Natale - Hor piango, hor canto
» Concerto di Natale
» Festival di Natale - O prima alba del mondo
» Up-to-Penice omaggia De Andrè
» Duo violino e violoncello
» Cori per il Togo
» Open-day al Vittadini. Laboratori musicali per l'infanzia
» Stayin' alive LVGP sings 70s
» Omaggio a Offenbach e Lirica del cuore
 
Pagina inziale » Musica » Articolo n. 9922 del 6 luglio 2011 (2722) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Ringo Starr a Milano
Ringo Starr a Milano
Mentre una folla enorme riempiva Assago per il concerto di Roger Waters, un’altra folla, di età quanto mai eterogenea (dai 70 agli 11 anni) si ritrovava (sì, perché dopo tanti anni di raduni di beatle-fans, ormai ci si conosce tutti) sul prato dell’Arena Civica di Milano per il concerto del 71enne Ringo Starr, l’ex-batterista dei Beatles. Io ero tra di loro.
 
Speravo di riuscire ad incontrare Ringo per “farci” (siamo nati tutti e due il 7 luglio, io 10 anni dopo) gli auguri; ma era “blindatissimo” e non c’è stato niente da fare.
 
Mi ricordo benissimo ancora la prima volta che l’ho visto, durante quello storico concerto al Velodromo Vigorelli, nel giugno del 1965: aveva un vestito nero pesantissimo, cravatta e camicia bianca, benché facesse un caldo bestia. Quando sorrideva, il sole creava una sorta di riflesso sui suoi denti.
 
Domenica 3 giugno, a distanza di 46 anni, l’ho rivisto in splendida forma: magro, pieno di energia, scherzoso, semplice e cordiale (anche se palesemente tinto: i capelli erano cortissimi, ma innaturalmente neri. D’altronde molti altri, McCartney per primo, indulgono in questo “vezzo” dei capelli tinti).
 
Ha cantato i suoi migliori successi e molte delle canzoni che cantava con i Beatles: Boys, I Wanna Be Your Man, Act Naturally, What Goes On, Yellow Submarine e, ovviamente, ha chiuso il concerto con With a little help from my friends.
 
Con lui, sul palco, Edgar Winter, Greg Bissonette, Rick Derringer, Wally Palmar (dei Romantics, band degli anni Ottanta), Gary Wright (in passato suonò anche con George Harrison) e Richard Page, cantante e bassista dei Mr. Mister (ricordate Broken Wings?).
Non certo una delle migliori e prestigiose All Stars Band che lo hanno accompagnato in questi anni, ma comunque piacevole.
E poi, diciamolo chiaramente, tutti erano lì per lui: Ringo, the greatest!
 
 Informazioni 
 

Furio Sollazzi

Pavia, 06/07/2011 (9922)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool